Walter Mazzarri MI fa cagare!

Essere un tifoso dell’Inter è un bel fardello! Non si gioisce quasi mai e se non si fosse scoperto il fattaccio di calciopoli, probabilmente l’Inter avrebbe continuato a non vincere dal 1989! L’Inter è una squadra destinata a soffrire ed è costituita quasi sempre da mezzi calciatori, ossia calciatori che non sono abbastanza forti per una big, ma che farebbero la differenza nelle piccole! Certo, qualche volta un campione passa anche da “Noi” visto che comunque nel 2010 qualcosa l’abbiam vinta, ma a mio avviso è stato un caso, una sorta di congiunzione astrale (come direbbe il buon Nek) (ah si.. Nek non mi piace neppure ora che usa il suo nome vero).  triplete interDalla dipartita del buon vecchio Mou, che lui stesso si abbia in gloria, visto che è il mio Dio, sono arrivati ad allenare l’Inter parecchi personaggi strani, come ad esempio Rafa Benitez (Sancho Panza), un allenatore secondo me bravissimo e molto preparato che per qualche ragione non andava d’accordo con la squadra che aveva ancora nella testa e nel cuore il credo Mouriniano (forse perché non era un grande ammiratore di Mourinho e lo faceva notare a tutti ogni volta che poteva), Benitez  Interpoi Leonardo, un allenatore che non sapeva davvero cosa fosse la fase difensiva, visto che le sue partite finivano sempre con una caterva di gol, spesso a “nostro” sfavore, Leonardo InterGasperini, un allenatore che è riuscito a perdere in casa contro il Novara neopromosso (massimo rispetto, per il Novara.. ma vi sta bene l’essere retrocessi, visto che quell’anno ci avete preso 6 punti) Gasperini Interpoi Ranieri, che forse tra gli allenatori post Mou è stato il più serio, ma che ha fallitoRanieri Intere ancora Stramaccioni, giovane allenatore sfortunatissimo, visto che gli si infortunarono tutti gli attaccanti e al quale gli avevan promesso attaccanti del calibro di Lavezzi e Lucas, salvo poi finire con l’allenare Tommaso Rocchi, Stramaccioni Interattaccante ottuagenario preso quasi gratis dalla Lazio ed in fine l’allenatore che odio più al mondo.. Walter Mazzarri!
Walter Mazzarri a mio avviso non è un buon allenatore, ha fatto tanta gavetta e questo è un merito, ma a mio avviso è sopravvalutato, nella sua carriera “non ha vinto neppure una coppa di toscana” diceva il mio Dio Mou, (in realtà poi ha vinto una coppa italia, che in Italia vale quanto il due di coppe) ed ha un palmares inferiore a quello di Carrera,  allenatore delle giovanili della Juventus, ma che ha allenato la prima squadra nel periodo della squalifica di Conte! Mazzarri InterIl credo di Mazzarri, la sua convinzione è la difesa a 3, che a me non piace neppure un po’, forse perché non ricordo così su due piedi una squadra che abbia vinto qualcosa di importante con la difesa schierata in quel modo e da quest’anno ha deciso di giocare con un solo attaccante e con gli esterni di centrocampo che teoricamente dovrebbero essere le spine nel fianco delle avversarie, che in realtà sono dei terzini, quindi difensori! Allena l’Inter, ossia una delle big del calcio italiano e la fa scendere in campo con un solo attaccante e difendendosi con 5! Una follia, tenendo conto che a Napoli giocava con 2 punte più un trequartista del calibro di Hamsik!
La cosa che più mi preoccupa è che pare piacere alla maggioranza degli interisti questo pseudo allenatore, quindi se piace a tanti.. probabilmente sbaglio io, ma siccome il post è il mio.. spero e quindi scrivo che mi auguro che il nuovo presidente Thohir (quello che somiglia al celeberrimo Psy, il cantante che sembrava dovesse rivoluzionare il mondo intero ma che alla fine.. se ne è tornato in Corea)..psy thohir lo sostituisca presto con qualcuno più competente, con più esperienza internazionale e che magari sia un po’ più spregiudicato!
Sono decisamente disperato, ma siccome voglio finire questo post, pubblicando una canzone, e Disperato di Marco Masini, mi fa cagarissimo, correggo il tiro dicendo che sono a dir poco desolato, così ne approfitto per postare Desolato di Enzo Jannacci e J.Ax, una bellissima canzone che “mi piace ancora tanto”.

Annunci
Pubblicato in Scacciafighe | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Alla larga da Marina di Pulsano (TA)!

Trovo sia davvero fantastico rientrare dalle vacanze sfoggiando una tintarella da far invidia ad un marocchino e raccontare ad amici e parenti dei fantastici giorni passati a villeggiare nella località semisconosciuta che avevi scelto in maniera certosina nei mesi invernali. Trovo sia davvero fantastico parlare con gli occhi ancora sognanti dei fantastici posti “scorperti”, delle spiaggie pulissime che parevano quasi incontaminate, del mare cristallino, della bella gente e del divertimento che ogni sera i vari localini ti offrivano, delle feste di paese, dei mercatini, dei servizi che funzionano benissimo e dei tanti posti dove mangiare! Si si.. trovo sia davvero bellissimo tutto ciò, specie se nei mesi passati, hai passato a raccontare a tutti coloro i queli ti conoscono che non vedevi l’ora di partire, visto che avevi bisogno di staccare un po’ la spina dal lavoro, che si nobilita, ma a lungo andare finisce anche con logorare un po’. Trovo davvero sia fantastico tutto questo, peccato che per me quest’anno sia andata di merda, perchè dopo aver fatto carte false per convincere la mia dolce metà a darmi carta bianca sulle vacanze estive, la mia scelta si è rivelata un flop epico, visto che ho avuto la “felice” idea di scegliere, tra tutte le mete turistiche possibili ed immaginabili, Marina di Pulsano, in provincia di Taranto!

La Marina di Pulsano, si estende su circa 3 chilomentri in linea d’aria, ed è fondamentalmente divisa in tre zone, Gabbiano, zone Canne e Monte d’Arena, le quali han ognuna una spiaggia. Per quanto sia bello il posto e le persone che ci vivono (e lavorano) siano molto disponibili, gioviali e simpatiche (tranne uno), la Marina di Pulsano non offre assolutamente niente al turista di turno! Gran parte della passeggiata è completamente al buio, i marciapiedi son quasi tutti sconnessi, le strade rattoppate alla bell’e meglio e trovare un cestino dell’immondizia è più difficile che vincere 500 euro ai “gratta e vinci”. I cassonetti son talmente pochi che la gente è costretta ad adagiare l’immondizia li per terra e chiaramente la differenziata in questo posto è un’utopia! Una serata tipo (non solo per quanto mi riguarda, da quelle parti è una cosa condivisa dai più o comunque da tutti quelli che ho incontrato), è passeggiare facendo far una sorta di corso di motocross all’eventuale bambino nel passeggino, andare a mangiare qualcosa in uno dei baretti e localini che ci son nella zona (unica nota positiva, si mangia benissimo ovunque) e passare a guardare le bancarelle dei mercatini dei marocchini (che sono decisamente scontrosi), STOP!

Marina di Pulsano non offre altro! Facendo un’analisi accurata, posso affermare che ci sono 4 Hotel, 5 Bar, 2 market, 1 panetteria ed una.. farmacia, la quale può sempre servire nel caso in cui si finisse con il fare indigestione di cibo!

Detto questo potrei anche parlare degli affitti, (per una settimana ho pagato 600 euro ed in casa non c’erano confort, il frigorifero non refrigerava, il forno era rotto, (tanto che dentro oltre ad una strana puzza, c’era un cartello con su scritto “rotto”), la tv era col tubo catodico e CHIARAMENTE senza digitale terrestre e dulcis in fundo.. non c’erano i materassi! Tutte robe che nell’annuncio trovato online, erano omesse e non avendo stampato la pagina dove venivano elencate le beltà di cui la proprietaria si vantava, mi son trovato praticamente a fare ulteriori spese che erano del tutto inattese.

Potendo, non consiglierei di villeggiare a Marina di Pulsano a nessuno, visto che non funziona niente e ci si rompe le palle che è una bellezza! Ah quasi dimenticavo, a dire il vero qualcosa che funziona c’è, la polizia locale è molto vigile ad elargire multe ai villeggianti sprovvisti, che vista la pochezza di aree (pubbliche) riservate ai parcheggi, lascia le auto dove praticamente non può, il che, non farebbe una piega, visto che è una cosa più o meno giusta, se non fosse che dalle 18 in poi, chissà perchè diventano stranemente in regola visto che non c’è più nessuno che controlla niente!

Da che pensavo di aver trovato una sorta di El Dorado situatoain Puglia (le foto che si trovano online son davvero stupende) mi son ritrovato in un posto disorganizzatissimo e che a parte il buon cibo e la cordialità della gente del posto, non funziona davvero nulla! (multe a parte).

Pubblicato in Life | Contrassegnato , , , , , , , , | 1 commento

La pubblicità dei preservativi Control è tanta roba!

Trovo sia davvero geniale la “nuova” pubblicità dei profilattici Control (che però ho ascoltato solo in radio), dove la coppia che è nel bel mezzo dell’atto amoroso (minchia come sono politically correct), parla del “sentire” o meno qualcosa senza far capire di preciso cosa. La pubblicità di circa 30 secondi (come spesso succede in radio) è tutta incentrata sul dubbio che quel sentire sia riferito ad una telefonata, visto che la coppia, pur essendo (ovviamente) avvinghiata, loro nella conversazione asseriscono di essere l’uno “attaccato” all’altro, non riescono a “sentirsi”, forse a causa dell’utilizzo di un preservativo di un’altra marca, (o forse perché il telefono non prende bene), mentre quando finiscono con l’usare il Control, cambia tutto visto che i due finiscono con il sentirsi “e come”!

Questo spot, mi ha particolarmente colpito perchè innanzitutto è molto simpatico, ho trovato davvero innovativa l’idea dell’equivoco della telefonata e poi rende parecchio l’idea senza alludere a niente! profilattici control

Se sapessi anche a cosa servissero ci farei una bella scorta solo per quanto è carino lo spot!

Evviva i presarvativi Control, evviva l’amore protetto, checchè la chiesa ne pensi! (si si.. son fottutamente politically correct)

Pubblicato in Cose di oggi | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Lavati i denti ed il mondo ti sorriderà!

Sarà che sono un misantropo (di merda), sarà che sono cinico nonchè burbero, sarà quel che sarà, ma io nutro un profondo e spassionato odio verso tutti coloro i quali non si lavano i denti!

La mia non è una semplice campagna che mira all’isolamento o allontanamento di coloro i quali sono “allergici” al dentifricio, ma un vero e proprio movimento ideologico radicale razzista! Non riesco davvero a concepire l’idea che una persona che non abbia scompensi mentali, possa permettersi di uscire al mattino (o comunque di uscire in genere), senza aver sciacquato i denti o almeno rinfrescato la bocca!

E pure.. lavarsi è una cosa meravigliosa, trovo sia bello profumare di buono, avere i denti splendenti ed un sorriso sempre impeccabile. Tra l’altro ormai esiste anche una vasta gamma di dentifrici, per tutti i gusti e di tanti sapori diversi, (il più assurdo che ho visto era uno al sapore di menta e limone, ma so per certo che ne esistono anche alla vaniglia, al becon e agli agrumi di Sicilia). Esistono anche tantissimi tipi di spazzolini, da quelli con le setole dure, medie o morbide a quelli con le setole miste e o zigzagate per arrivare anche nelle fessure piu recondite della nostra bocca, ce ne sono addirittura con la plastichina sotto la zigrinata sotto la “testa” (dello spazzolino), che funge da pulisci lingua, insomma.. c’è davvero l’imbarazzo della scelta! Per non parlare poi dei colluttori.. Tipi dentifricioTipi spazzolinoAd ogni modo, il fatto che nel 2013 esista ancora gente che titubi all’idea di lavarsi o meno i denti dopo i pasti o prima di uscire, mi lascia alquanto scandalizzato e trovo che certa gente dovrebbe essere soppressa!

Ni màs ni menos!

Lavarsi i denti non deve essere solo un piacere nonché dovere verso se stessi, ma deve essere sopra ogni cosa un dovere verso tutti coloro i quali ti circondano!

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | 2 commenti

I nativo digitali

Ho un cugino di nome Andrea che è la copia sputata di David Parenzo, (il celeberrimo giornalista padovano), sono alti uguali, han la stessa montatura di occhiali ed anno perfino la stessa voce, l’unica cosa che mi rende certo di non essere parente del giornalista nonché conduttore radiofonico (della Zanzara con il grande Giuseppe Cruciani con il quale fanno una coppia di fenomeni) e televisivo (ha da un mesetto debuttato su rai3 con La Guerra dei Mondi) è che mio cugino ha soli 10 anni (compiuti ieri.. quindi AUGUUUURI). David ParenzoAndrea è il classico ragazzino (o bambino) un po’ fessacchiotto, non è mai stato una piccola peste anzi, è da sempre stato uno di quei bambini calmissimi che se li lasci in un determinato punto della casa (ad esempio davanti alla tv), ad una certa ora, dopo un’ora se non lo chiami per non so, scambiare due paroline con lui, resta li, buono buonino senza neppure cambiare canale, ma interessandosi perfino alle pubblicità più disparate che passano le emittenti. Andrea è un ragazzino che a mio avviso da grande diventerà qualcuno perchè è intelligentissimo, a scuola ha solo voti alti (ma questo alla sua età è facile), ed interagisce con gli altri con abile proprietà di linguaggio, tanto che spesso con le sue visioni alquanto alternative delle “cose della vita” ti lasciano basito perché sembrano cosi semplici e fattibili che quasi ti convince e comunque ti dice cose che non ti aspetteresti mai da un decenne.

Tuttavia, come tutti i ragazzini, anche il buon Andrea spesso fa i suoi capricci, tipo quando non vuol mangiare le verdure che la sua cara mammina (vegana convinta) gli impone, o quando di rifiuta di fare i compiti a casa, visto che lui le cose le sa gia perché è stato attento in classe (ed è vero, insomma fossi stato suo compagno di classe mi sarebbe stato alquanto antipatico). Qualche giorno fa ad esempio, era in una sorta di crisi totale, visto che non aveva la connessione internet in casa e non riusciva neppure a sgroccarmi il WiFi, quindi era li che vagava per casa con su solo un paio di slip di Superman e piagnucolava come il più insulso bambino rompipalle del mondo, (quei classici bimbi che ad un certo orario han sonno e diventano lagnosi a prescindere) chiedendo a mamma papà e fratellone dei consigli su cosa avrebbe potuto fare ma dopo aver rigettato le proposte dei suoi (la madre GIURO gli aveva detto di andare a raccogliere le carote dall’orto), si è messo a piangere con tanto di lacrimoni, manco gli fosse morto il gatto!

Cosi ho pensato bene di intervenire in prima persona, d’altronde si sa che mi piacciono i bambini e che riesco a relazionarmi bene con loro, (probabilmente perché con il cervello son rimasto alla loro età) e gli ho consigliato di leggere un buon libro, uno bello che gli avrei consigliato io, insomma.. non “uno di scuola” e dopo avergli assicurato che gli sarebbe piaciuto un sacco e che si sarebbe certamente immedesimanto nel protagonista, lui con fare da.. David Parenzo, mi risponde che i libri non fanno per lui e che non è colpa sua se fa parte della generazione dei nativi digitali, ma della società ed anche dei suoi genitori che l’han fatto nascere in quest’epoca!

Nativo digitale, un decenne che mi parla dei nativi digitali! Onestamente, non è che sapevo proprio bene bene bene, cos’è un nativo digitale, certo, lo si capisce ma appunto non avevo mai sentito questa espressione ed il fatto che me l’avesse detta Andrea il cugino decenne mi ha fatto sentire un po’ fuori luogo e a disagio.. ma poi ho preso il pallone e tutti vissero felici e contenti!

L’espressione nativo digitale è stata coniata dallo scrittore Marc Prensky nel suo libro Digital Natives, Digital Immigrants del 2001 e questa espressione è applicata a quelle persone nate e cresciute con le tecnologie digitali, come i telefonini il pc ed internet ed al nativo digitale è contrapposto l’immigrato digitale, ossia tutti coloro i quali son cresciuti senza tutte queste tecnologie ma che poi, volente o nolente si è dovuto adeguare ai tempi che cambiavano. Mark Prensky nel suo libro oltre alla facile contrapposizione tra le due figure sopracitate, accenna anche la presenza di una terza ed ultima figura, ossia i tardivi digitali, ossia quei soggetti che per pigrizia o per totale disinteresse, si ostinano a fare a meno della tecnologia, per ulteriori informazioni, cercate su internet o chiamate il mio cuginetto, ma possibilmente di sera, perchè di sera si annoia!

Pubblicato in Life | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Confidenze e rivelazioni!

Non avrei mai pensato che arrivato alla veneranda età di.. uhm.. ma si, diciamo ventiquattro anni (avrei voluto scrivere anche l’onomatopea del tossire, ma dopo una breve ricerchina non ho trovato niente), di scoprire qualcosa di me che ancora non conoscevo! Il fatto è assurdo visto che io mi conosco da un sacco, a pensarci bene, mi conosco da che ero un bebè, ricordo perfino il mio primo giorno di asilo, (ho pianto come un vitello, perchè volevo laaaaamaaaamma) ricordo il mio primo votaccio alle scuole medie, (alle elementari ero un genio), ricordo il mio primo bacio e ricordo perfino l’ultimo giorno delle superiori, quelli si che erano tempi d’oro! Insomma.. io ero certo di conoscermi benissimo, mi piace il rosso, il mio calciatore preferito è il brasiliano Ronaldo, (quello vero, ossia il Fenomeno Luis Nazario da Lima), porto il 46 di scarpe, mi piacciono i film di Pieraccioni e sostengo ardentemente che il motociclismo non sia affatto uno sport, ma ieri.. ieri ho scoperto qualcosa di me, che davvero non sapevo! Ero a casa di un amico, (Joshua, che per la cronaca è bellissimo simpaticissimo nonché divertentissimo) e siccome faceva tanto tanto caldo abbiam pensato bene di.. ehm.. rinfrescarci assieme, quindi.. abbiam preso un paio birre fredde ed abbiam cominciato a pasteggiare con delle tiepide patatine che eran li da una mezz’oretta scarsa guardando una partita (ma senza esserne troppo presi) quando è successo l’innenarrabile! Per sbaglio ho inzuppato la mia patatina nella maionese del bel Joshua, maionese che fino a qualche secondo prima pensavo fosse “la morte nera” ed invece.. oh.. mi piace! Mi piace la maionese, piace proprio a me che ho un avversione totale verso tutti gli alimenti bianchi (si lo so, son scandaloso perché non mangio i formaggi e tutti i derivati del latte, quindi non capisco niente), a me che ho una mentalità talmente ristretta per quanto concerne il cibo che ancora non son riuscito a concepire che in Italia, paese della pizza e della pasta, venga concepita l’idea di scegliere di mangiare Sushi e Kebab! Ad ogni modo ammetto che l’aver scoperto a.. si sempre 24 anni che le mie “certezze culinarie” son fondate più che altro per partito preso e senza aver in effetti provato e ponderato le cose mi ha fatto piacerissimo ed ammetto che ora son pronto a prendere in considerazione anche l’idea di provare dell’altro.. ma solo in ambito culinario.. sia ben chiaro! Occhiolino da imbecille che allude a qualcosa! maionesexoxo

Pubblicato in Cose di oggi | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

Gay Ingenui

A causa di una giornatina decisamente scarna di emozioni, ieri sera mi son messo a letto senza aver un minimo di sonno, quindi dopo aver guardato una mezzoretta di tv, (ultimamente guardo solo DMAX, ma mi trovo sempre con quella serie sui fantasmi e presenze che mi sa tanto di cazzata), ho spento tutto per passare un po’ di tempo su internèt (come dice la mi nonna). Il fatto che fosse sabato, faceva si che su i social non ci fosse quasi nessuno, quindi un po’ contrariato mi son trovato dinanzi ad un bivio, (mi piace pensare che tutti abbiate letto “dinanzi ad un bivio” con la voce di Enrico Ruggeri), andare su Youporn in cerca di un facile happy endig o cercare qualcosa di divertente su Youtube per farmi un paio di risate. Ovviamente ho fatto la scelta che ogni ragazzo (ma sarebbe più corretto dire uomo) annoiato e con poco tempo a disposizione avrebbe fatto, quindi YOU..tube! (noi uomini non siam mica pervertiti).

Quindi dopo aver guardato gli ultimi video caricati di un tizio decisamente interessante ma di cui parlerò più avanti, quelli di Radio Deejay, One Nation, One Station.. One Loooove, ho notato tra i video consigliati un titolo che mi ha colpito ed incuriosito allo stesso tempo, ossia Gay Ingenui, una web series che tocca in maniera piuttosto alternativa il delicato tema dell’omosessualità!

I protagonisti (più ricorrenti) dei video sono Ciro Priello e Simone Ruzzo che scoprono in una maniera piuttosto particolare la loro omosessualità! Io linko le 4 puntate che ho trovato consigliando a tutto il mondo di vederle visto che tra l’altro durano pochissimi minuti, son davvero dei video molto ironici nonché divertentissimi!

Ed ora.. prendete e condivideteli tutti!

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

E poi succede che ci si rompe il “mellino”!

Ebbene si, immaginavo che prima o poi sarebbe dovuto succedere, anche perché la situazione è quella che è.. ed insomma.. basta, non ce la faccio più, mi sono rotto il “mellino”!

La situazione d’altronde era diventata insostenibile e sapevo che prima o poi mi sarebbe successo!

L’altra sera complice una pizza un po’ troppo condita ed una birra media, ho passato l’intera nottata tra bere tantissima acqua e di conseguenza fare tantissima pipì! Ora.. so bene che questa notizia non interesserà a nessuno, tuttavia questo andirivieni tra letto e bagno (in realtà si tratta di pochi metri), oltre a farmi passare una notte insonne, ha fatto si che succedesse l’irrimediabile, ossia ho sbattuto potentemente il “minnolo” alla scrivania rompendomelo!

dito piede sbatte

Inutile raccontare del dolore immane, visto che sicuramente almeno una volta nella vita sarà capitato a tutti di sbattere quell’inutile ditino da qualche parte (anche se, è niente una semplice botta al romperselo per davvero), o dell’incredibile urlo in stile Tarzan che ha svegliato la piccola Ileana, (una dolce nonché bellissima treenne con gli occhi un po’ mandorla), quanto penso sia più interessante raccontare della scoperta che questo “simpatico” contrattempo mi ha dato modo di conoscere (grazie al medico che mi ha preso in cura), ossia che anche le dita dei piedi hanno un nome e che sono differenti dai nomi delle dita delle mani!

Ammetto che ora ci starebbe davvero bene un “eh sticazzi”, tuttavia continuo con la mia scopertona. Il primo dito, si chiama alluce ma questo sinceramente lo sapevo già, quanto ai suoi colleghi ho scoperto che il secondo dito si chiama illice o melluce, nomi alquanto imbarazzanti tenendo conto che il terzo si chiama trillice ed il quarto addirittura pondolo o pondulo, mentre il più piccino, nonchè ultimo (probabilmente perché meno importante) si chiama Minolo (come un mio zio siciliano) detto altresì mellino, che mi sembra un dolce vezzeggiativo atto a rinominare il pisellino dei bambini.

Bello il fatto che anche quando succedono sciagure del genere, si finisca con l’imparare qualcosa, peccato invece che il dolore al piede, (perché non fa male solo il dito rotto, ma si infamma tutto), non duri il tempo della rapida lettura di questo post! nome dita piedi

Inoltre il medico mi ha anche detto che ho un bellissimo piede egizio e che come il mio nella sua carriera ne ha visti pochi! (Secondo me ci provava, visto come me lo massaggiava, ma questo è un altro discorso) Ed approfondendo un po’ questa storia ho scoperto che esistono cinque tipi di piedi, il mio, ossia l’egizio, dove l’alluce è il più sporgente nonché più grande, il piede greco, ossia quello dove è l’illice a farla da padrone visto che svetta su tutti gli altri ed infine il piede romano, che è quello dove tutte le dita (o anche solo le prime tre) han pari lunghezza, che a mio avviso è il più brutto di tutti insieme a quello celtico, dove le dita han una lunghezza che oserei definire a cazz.. ehm.. un po’ a caso ed infine il piede germanico, dove l’alluce è il più grande di tutti e gli altri son tutti uguali! tipi di piedeE tu.. che tipo di piede hai?

Pubblicato in Cose di oggi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Il Cornetto Cinque Stelle Pistacchio e Vaniglia Sammontana è Dio!

Ehi guys, come ogni anno finalmente è arrivata l’estate e come ogni anno le varie aziende alimentari specializzate nei gelati (volevo scrivere marche di gelati, ma mi pareva più figo essere proprio precisi), presentano le loro novità nei vari menù ed io come un po’ tutti, un po’ titubante ho provato una “novità” in particolare il Cornetto Cinque Stelle della Sammontana al pistacchio e vaniglia. Cinque Stelle Pistacchio VanigliaIl colore non è proprio quello della foto, in realtà è meno fosforescente, ma è davvero una goduria unica, insomma se ti piace il pistacchio questo è decisamente un gelato da provare. In cima ha oltre alle immancabili noccioline anche dei granelli di pistacchio che a primo impatto fanno un po’ strano ma solo al primo morso, dopo di che il Cornetto Cinque Stelle Pistacchio e Vaniglia ti conquista! Chiaramente non è il gelato artigianale (che noi tutti preferiamo a quello confezionato.. .. ..) ma questo è (a mio avviso) l’eccezione che conferma la regola. Nella parte superiore, il gelato al pistacchio si alterna con quello alla vaniglia ed il connubio a mio avviso lo rende molto più delicato, la cialda è croccantissima e.. attenzione attenzione è superiore anche a quella del Cornetto Algida! Sacrilegio? Assolutamente no (provare per credere)! E alla fine prima della classica punta ripiena di cioccolato c’è un piccolo “cuoricino” di pistacchio che rende il Cornetto Cinque Stelle Pistacchio e Vaniglia un gelato davvero sfizioso e particolare.

Ora.. siccome dopo aver scritto tutto questo popò di roba ho finito con il mangiarne un altro, allego delle foto che oltre a rendere visivamente l’idea di ciò che ho appena scritto, vi farà venire un’irrefrenabile voglia di gelato! Cornetto Cinque Stelle Sammontana Pistacchio e Vaniglia

"cuoricino" di pistacchio

“cuoricino” di pistacchio

Ed ora.. beh, andate a comprarlo tutti!

Pubblicato in Hot, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Il triangolo!

Enomao è un bravissimo ragazzone di colore innamorato follemente della sua donna, di sua moglie, Melitta, donna stupenda dai tratti somatici arabi, (insomma carnagione olivastra, occhi grandi e labbra carnose) innamorata persa del suo maritone, al quale è sempre stata fedele e verso il quale nutre profondo rispetto e lealtà. Melitta per delle ragioni alle quali non poteva in nessun modo sottrarsi, (per nessuna ragione al mondo), ha DOVUTO giacere con il miglior amico di Enomao, ossia Gannicus, altro omaccione con capello lungo biondo, fisicatissimo ed un sorriso smagliante. Gannicus che fino a quel momento era solo un grande amico di Melitta, si scopre innamorato di lei, la quale seppur inizialmente riluttante, finisce con il concedersi ulteriormente (e senza che nessuno gliel’abbia ordinato). Inutile dire che sia Melitta che Gannicus hanno grandissimi sensi di colpa nei confronti di Enomao, ma la passione dei due è nettamente superiore. Gannicus più volte cerca di raccontare del malefatto ad Enomao, ma a causa di situazioni particolari non riesce mai a farlo, Melitta decide di non raccontar nulla al suo amato, ma il pensiero dei tradimenti la affliggee. Enomao Melitta Gannicus

Bene, secondo voi.. chi è lo stronzo della situazione? Mi rendo conto che è facilissimo dire che è Melitta, visto che era sposata e si è concessa al migliore amico di suo marito, ma c’è anche da dire che dopo la prima volta, dove il misfatto s’è dovuto fare a causa di forza maggiore, è stato Gannicus (migliore amico di lui) a.. “spingere” (risatina isterica) per un bis.

E poi.. mettiamo il caso che per un motivo X, il tradimento non si sarebbe più potuto perpetrare, vvvvvvoi, nei panni dei fedifraghi, avreste confessato tutto al “cornuto”?

ps.a scanso di equivoci, IO non sto vivendo una storia a tre.. (NON STO VIVENDO NIENTE DEL GENERE), è solo che continuo a guardare la serie tv Spartacus, (che consiglio a tutti coloro i quali non sono impressionabili o deboli di cuore, visto che c’è grande spargimento di sangue, nonché organi genitali vari in bella mostra), ed insomma la storia di questo triangolo mi ha colpito parecchio.

Pubblicato in Tv | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento